La parola Uva o Ugva sembra trarre origine dallo stesso radicale di Uvere, essere pieno di umidità, Uvor umore, uvidus, acquoso internamente, diverso da umidus che lo è esternamente. Uva è il succoso frutto della vite, onde si fa il vino. Significa letteralmente infruttescenza formata da bacche con epicarpo (buccia) ricoperto di pruina che conferisce un aspetto ceroso, verde, giallo-dorato o rosso-violaceo a maturazione, e con mesocarpo (polpa) succoso, zuccherino, verde, giallo o rosso, con uno o più semi.

Per noi de Il Viticcio UVA rappresenta l’unione tra l’uomo e terra, in una connotazione da sempre legata alla prosperità e al piacere della condivisione. Nella costante e impegnativa ricerca dei migliori produttori diamo spazio, tra le tante, a realtà in cui si coltivano e lavorano vitigni autoctoni, frutto di esperimento e riscoperta del territorio. Vogliamo offrirvi vini veri, tipici, liberi di esprimere ognuno il proprio carattere nel pieno rispetto della natura.

La vite, di cui l’uva è parte integrante e succoso frutto, è una delle prime specie vegetali comparse sul nostro pianeta. La sua origine è molto antica e risale a oltre 100 milioni di anni fa. Si è evoluta sotto forma di molte varietà, la maggior parte delle quali però non è sopravvissuta alle ere preistoriche. L’evoluzione della pianta e del suo habitat ha portato questa ingegnosa specie ad escogitare per sopravvivenza un espediente vitale: la capacità di arrampicarsi, grazie ai viticci, alla ricerca della luce e del calore del sole in modo da rendere il suo frutto,l’uva, appetitoso per gli uccelli che ne possano poi spargere i semi. L’uva è un frutto carico di acidi e potentissimi antiossidanti, è un dono della natura, dal gusto asprigno e zuccherino, e per questo da sempre fonte di attrattiva per l’uomo.

UVA #VERSOVINOCRUDO

Dopo l’ultima glaciazione si è sviluppata gradualmente la viticoltura, diffusa dapprima nella cosiddetta Mezzaluna fertile, zona compresa dal Caucaso all’Egitto e, in seguito, verso il Mediterraneo e l’Europa settentrionale, fino ad arrivare ai giorni nostri. L’adattabilità della vite a una vasta gamma di climi e ambienti ha le proprie radici, come abbiamo detto, nella base genetica delle specie stessa, ma viene enfatizzata dalla grande varietà dei sistemi colturali, frutto di una lunga evoluzione storica.

Ad oggi in Italia esistono circa 440 varietà di vitigni ed ognuno di essi produce la sua specifica tipologia di uva, imprescindibile dal territorio e con peculiarità che il vignaiolo ha imparato a conoscere con tempo e dedizione, e ad assecondare nella loro continua trasformazione sui ritmi della natura. Nell’ottica di profondo rispetto verso questo dono cerchiamo, attraverso i nostri produttori, di dare visibilità all’uva e valorizzarla a prescindere dalla provenienza o dalle mode enologiche del momento. Vogliamo farvi conoscere realtà produttrici sostenibili, equilibrio tra fattibilità economica, equità sociale e buono stato ambientale.