Il Cibo e’una cosa seria.

Adoro il Cibo e godo nel mangiare,ne ho sempre goduto,mi ha sempre fatto sentire bene.

Si badi:non parlo di quantita’: da sempre cio’che ho nel piatto va finito.Il Cibo non si spreca , di cibo non si deve esagerare.

C’e’un’etica in cio’che ti viene servito o ti cucini .

Prima di tutto si ringrazia di potere mangiare,c’e’rispetto nel mangiare,c’e’unione,vi e’passione.

Il mangiare mi riporta a ricordi lontani,a volte sopiti sommersi dal grigiore della schiumosa ripetizione di mattine,lavoro,rincasare,dormire.

Nel mezzo pensare,vivere,esistere , essere ed Amare.

Mi riporta ai miei ricordi:un profumo mi fa venire in mente volti,mi fa sentire la convivialita’ e l’arte sublime ed effimera del piacere.

Dei gesti delicati di chi mi serviva una pietanza e la cura che vi metteva sola ed esclusiva per farmi sentire la pazienza e la cura che vi era stata dietro.

Mia madre sapeva cucinare:per lei darmi da mangiare era un gesto di amore innanzituttto ed e’cosi che io ancora oggi mangio.

Nutro prima di tutto la mia anima,nutro le mie emozioni .

Ed amo nutrire in egual modo chi si siede alla mia tavola:che si senta bene,che cio’che annusa,odora,gusta lo faccia stare bene.

Voglio che lo nutra equilibratamente e che gli dica che forse non c’e’cosa piu’bella del dividere il sorriso che un abbinamento ben pensato  fa nascere.

Intimo,molto intimo,incredibilmente intimo,come una carezza,come un saluto ad un fiore che sta per nascere.

Trasformazione e chimica,occhio ,cuore,percezione e gusto.

Si’,il Cibo e’davvero cosa seria.

Stasera ho dovuto mangiare da solo,non mi piace ma ne contemplo la possibilita’.

Mentre fuori piove ho cucinato dei tortelli di ricotta,li ho conditi con un olio DOP EVO  dei Colli Martani,

Moraiolo in misura non inferiore al 20%; S. Felice, Leccino e Frantoio, presenti da sole o congiuntamente, massimo all’80%.

(Ma possono, altresì, concorrere altre varietà fino al limite massimo del 10%.)

Ho messo in tavola anche Aceto Balsamico Tradizionale di Modena di 30 anni prodotto da un amico in una batteria centenaria.

Ho aperto infine la Fontana dei Boschi,il sublime lambrusco di Vittorio Graziano.

Tutti i sapori semplici e genuini .

Adoro unire per questo pasto pochi grandissimi ingredienti,una buona pasta casereccia,un grande olio,un grande aceto ed un grande vino.

Poche cose,tutte apparentemente semplici,incredibilmente distintive,specialmente pure.Essenza di sapori primitivamente complessi.

E con questo rendo omaggio all’Emilia ed a Modena.